Che shoegazer sei? Fai l’imperdibile test dell’estate di Shoegaze Blog

Rielaborazione da una foto di Asad Photo Maldives da Pexels

Poteva mancare il test dell’estate curato dal vostro amichevole Shoegaze Blog di quartiere? Certo che no. Rispondi con sincerità alle nostre domande e poi leggi il profilo corrispondente: scopri se sei nazifuzzista, shoegazer riformista o mangiapane a tradimento. Se menti, ce ne accorgeremo.

Quando ti chiedono che musica ascolti, che cosa rispondi?

a) Lo shoegaze

b) La musica bella

c) Mi piace tutta la musica

Che musica hai ascoltato un’ora fa?

a) Spooky dei Lush

b) Ho terminato la maratona Franco Battiato, concentrandomi però sul periodo antecedente a Gommalacca

c) I Greta Van Fleet

Che musica hai davvero ascoltato un’ora fa?

a) La sigla di Un posto al sole

b) Questa è Tim, cantata da Mina

c) Il cane del vicino che ulula

Sei a una festa e ti occupi della selezione musicale. Mentre in sottofondo ci sono i Drop Nineteens un troglodita che tracanna Tennent’s come se fosse Tassoni ti dice cos’è ‘sta merda da depressi. Tu che fai?

a) Perché andare alle feste quando posso ascoltare in camera mia le canzoni che mi piacciono?

b) Metto Should I stay or should I go e faccio air guitar con lui

c) Cos’è ‘sta merda da depressi?

Qual è il tuo strumento preferito?

a) Ho una Fender Jaguar di colore surf green che non so suonare, ma che in foto viene benissimo. A proposito, dammi un like

b) Mi dicono che l’aspirapolvere va molto in ambito shoegaze

c) Ma perché, quella per voi si chiama chitarra?

Suoni il basso in un gruppo shoegaze:

a) Ho più pedali io del chitarrista

b) Le canzoni shoegaze hanno il basso?

c) Chi suona il basso col plettro è solo un chitarrista che non ce l’ha fatta

Canti in un gruppo shoegaze:

a) In realtà non so cantare davvero

b) In realtà vorrei cantare davvero

c) Avrei guadagnato di più se avessi cantato i brani di Anouk al bar sotto casa

Suoni la batteria in un gruppo shoegaze:

a) Per quanti sforzi faccia, le chitarre mi sovrastano sempre

b) Questi andrebbero fuori tempo pure in playback

c) E ora che me ne faccio di tre tom e due timpani?

I My Bloody Valentine:

a) Sono la band migliore di sempre

b) Sono una band di cui mi ha parlato qualcuno

c) Pensavo che ci fosse un problema alla puntina del giradischi

Il tuo pedale preferito?

a) Il riverbero, naturalmente

b) Uso solo la distorsione del mio amplificatore

c) Quello dell’acceleratore della mia Porche

Qual è il tuo tormentone estivo preferito?

a) D dei Codeine, però solo quando ho voglia di divertirmi

b) Toy boy di Colapesce, Dimartino e Ornella Vanoni, sognando una vacanza tutti nudi ad Alicudi

c) Ma che razza di musica ascoltate?

D’estate:

a) Passo le giornate in solitudine mangiando scatolette di sgombro

b) Io vado al mare, voi che fate?

c) Scrivo su Facebook che Milano è bellissima ad agosto e poi torno ad abbronzarmi sulla spiaggia di Forte dei Marmi

Maggioranza di risposte (a): nazifuzzista

Lo shoegaze è qualcosa di più di un semplice genere: è una domanda che prevede una sola risposta, è una risposta che non prevede altre domande. Quando ti vuoi rilassare, ascolti i Ride a un volume che si attesta al livello tromba d’aria. Tutto quello che non include un fuzz va catalogato sotto il nome di Top 100 di Pitchfork, che è il tuo modo irritante di dire schifo. Ti ostini a chiamare compilation le playlist, manco fossimo al Festivalbar ‘93. Hai goduto di più alla notizia degli Slowdive in studio di registrazione che al gol di Bonucci a Wembley. E sotto sotto hai pure tifato Inghilterra. Il che peraltro spiega perché non hai vita sociale.

Maggioranza di risposte (b): shoegazer riformista

Conosci quel tanto che basta dello shoegaze per saperne parlare all’occorrenza, ma hai una saggia diffidenza nei confronti di chi al primo appuntamento ti parla di reverse reverb anziché di musica che esiste davvero nel mondo reale. Di conseguenza, hai la consapevolezza che lo shoegaze sia un bizzarro passatempo per persone nazifuzziste, per le quali il brit pop è stato un complotto del governo britannico. Però rischi di passare per ciò che non vorresti essere: una persona normalizzatrice. Nel ‘91 avresti ascoltato i Guns N’ Roses, non Loveless.

Maggioranza di risposte (c): mangiapane a tradimento

Stai sempre dalla parte della maggioranza silenziosa e ascolti quello che passa il convento, dal pulcino pio alle canzoni con i termini in spagnolo messi a casaccio che manco a Palma di Maiorca ne vogliono sapere niente. Hai una preferenza per quelle musiche stordenti che hanno lo stesso groove assassino e fuori luogo di una Ferrari che sgasa in pieno centro. Quando senti un brano che dura più di tre minuti e mezzo fai il segno dell’eroina sul braccio: a naso, Jefre Cantu-Ledesma non fa per te.